A Villa Berica di Vicenza inaugurato il progetto pilota per il presidio del rischio clinico in partnership con Sham – Gruppo Relyens

Milano, 20 Aprile 2022 – Supportare il lavoro degli operatori sanitari e garantire la sicurezza del paziente in struttura favorendo la riduzione del rischio. È con questo obiettivo che a Villa Berica, ospedale polispecialistico del Gruppo GHC, è stato inaugurato il progetto pilota per il presidio del rischio clinico in collaborazione con Sham – gruppo Relyens, società mutua europea specializzata in assicurazione e gestione del rischio presso gli operatori del settore sanitario e socio-sanitario da oltre 90 anni.

La collaborazione prevede l’installazione in una sala operatoria di Villa Berica della soluzione Caresyntax, una tecnologia evoluta che combina componenti hardware (pc, video console medicali da 60 pollici con tecnologia 4K, telecamere) e software (3 diversi moduli dedicati al risk management, training e coaching dell’equipe di chirurgia nonché un sofisticato software per ottimizzare l’impiego delle sale operatorie) per supportare e migliorare l’attività chirurgica.

Questo tipo di tecnologia segue un percorso basato su tre fasi: analisi del posizionamento, che fotografa il rischio clinico e gli eventuali eventi avversi legati all’errore chirurgico con l’obiettivo di fornire anticipatamente ai medici la valutazione delle possibili azioni da adottare; supporto all’equipe chirurgica, attraverso una tecnologia evoluta che accompagna i professionisti durante tutta l’attività, fornendo strumenti di training, coaching e risk management per favorire il miglioramento delle performance e la riduzione del rischio; training, con l’erogazione di una formazione specifica nella gestione dei rischi utilizzando professionisti, metodologie e soluzioni di Sham.

Sham ha inoltre messo a disposizione dei professionisti di Villa Berica 16 ore di formazione accreditate ECM su tematiche di Risk Management con l’obiettivo di acquisire piena conoscenza sull’utilizzo della tecnologia Caresyntax e del metodo di lavoro, nonché aumentare il livello di consapevolezza in merito ai rischi nel percorso clinico-assistenziale nei quali possono incorrere sia il paziente e che l’operatore e individuare azioni di miglioramento.

La collaborazione tra Villa Berica e Sham è una testimonianza di un approccio mutualistico innovativo basato sull’integrazione di sofisticate tecnologie e sulla formazione continua dello staff medico favorendo la riduzione del rischio a beneficio della sicurezza dei pazienti.

Questo progetto conferma ancora una volta la vocazione del Gruppo GHC ad adottare strategie innovative e di crescita tecnologica all’interno delle strutture” dichiara Marco Dal Brun, AD di Casa di Cura Villa Berica. “Strategie basate su un modello organizzativo patient-centered e rivolte ad assicurare un’alta qualità dei servizi. Sono quindi particolarmente soddisfatto di questa iniziativa che tiene conto prima di tutto della sicurezza dei pazienti.

Innovazione e sicurezza non possono più seguire corsi distinti nell’ecosistema sanitario.” aggiunge Roberto Ravinale, Direttore esecutivo di Sham in Italia “Attualmente sono numerose le tecnologie digitali impiegate nel miglioramento del percorso del paziente e in un futuro prossimo i dati sanitari consentiranno una visione predittiva dei rischi, aiutando a definire i bisogni di assistenza con una precisione che incrementerà esponenzialmente sia la sicurezza che la sostenibilità delle cure. Sham da sempre affianca i suoi associati nell’evoluzione di strumenti e processi, integrando innovazione tecnologica e risk management ad ogni livello della gestione sanitaria: siamo quindi molto orgogliosi di aver supportato Casa di Cura Villa Berica in questo progetto“.